Lo scorso 11 settembre 2020, il Tribunale di Monza con sentenza n. 1127 – in allegato al presente articolo – ha espresso due nuovi, importanti principi in materia di conto corrente.

Il primo, di rilevanza assoluta, è la chiara valutazione della inammissibilità della domanda di rettifica del saldo di un rapporto di conto corrente in essere formulata in occasione di un giudizio di mero accertamento, stante la natura sostanzialmente ripetitoria della domanda.

Il secondo principio riguarda l’usura e con accuratezza evidenzia che il criterio indicato dalla Cassazione (S.U. n. 16303/2018) di incremento del limite del tasso soglia attraverso il calcolo della commissione di massimo scoperto praticata in corso di rapporto non può essere utilizzato per la valutazione dell’usura originaria (in cui la CMS è quella pattuita e non quella  in concreto praticata).

Per approfondimenti:
https://mflaw.it/nuovi-principi-in-tema-di-conto-corrente-bancario-la-sentenza-del-tribunale-di-monza-11-09-2020-n-1127/

__

Author: MFLaw.it